A.S.D. "AMICI DELLO SPORT"

 

 

TORNEI ESTIVI
QUARTIERI
PARTNERS Contatti Links
QUARTIERI SENIOR 2012 QUARTIERI UNDER 18 2012 QUARTIERI FEMMINILE 2012 QUARTIERI 2011 QUARTIERI 2010
REGOLAMENTO U 18 CALENDARIO U 18 GIORNATE U 18 COMUNICATI U 18 FOTO U 18

 

 

 

 

lentediingrandimento

 

REGOLAMENTO

 

 

1° TORNEO DEI QUARTIERI CITTA' DI TERRACINA UNDER 18

Terracina,  5 Giugno 15 Luglio 2012

 

 

 

L'ASD AMICI DELLO SPORT  INDICE ED ORGANIZZA IL 1° TORNEO DEI QUARTIERI CITTA’ DI TERRACINA UNDER 18.

IL TORNEO INIZIERA’ IL GIORNO  5 GIUGNO 2012  ,TUTTE LE GARE SI SVOLGERANNO  PRESSO LA BEACH ARENA “CARLO GUARNIERI” (QUARTIER GENERALE DEL TERRACINA BEACH SOCCER) SITA  SUL LUNGOMARE MATTEOTTI A TERRACINA. LA GARA DI FINALE VALEVOLE PER L'ASSEGNAZIONE DEL 1° E 2° POSTO E' PREVISTA PER IL GIORNO _15 LUGLIO. LE SQUADRE PARTECIPANTI  SONO 8 CHE VERRANNO SUDDIVISE IN 2 GIRONI DA 4 SQUADRE CADAUNO, PER UN TOTALE DI 4 GARE A GIORNATA.  LE SUDDETTE GARE SI DISPUETRANNO NELLE GIORNATE DI MARTEDI’, FATTA eccezione PER CASI IMPREVISTI, IN  CONSEGUENZA DEI QUALI LE GARE NON DISPUTATE SI RECUPERERANNO IN ALTRI GIORNI DELLA SETTIMANA.  PER LE TRE GIONATE DEI GIRONI DI QUALIFICAZIONE. NELLA SETTIMANA CHE VA' DAL _25 GIUGNO__AL 01 LUGLIO__IL TORNEO OSSERVERA' UNA PAUSA IN OCCASIONE DEGLI INTERNAZIONALI D’ITALIA DI BEACH TENNIS CHE L’ORGANIZZAZIONE  DOVRA’ ORGANIZZARE PER CONTO DELLA FIT..IL TORNEO RIPRENDERA' REGOLARMENTE IL 2  LUGLIO 2012.

IL TORNEO SI SVOLGE SOTTO  L'EGIDA DELLA UISP DI LATINA  DIPARTIMENTO BEACH SOCCER CHE NE CONCEDE L'UTILIZZO  DEL PROPRIO LOGO, LIMITATAMENTE ALLA DURATA DELLO  STESSO E CON FINALITA' ESCLUSIVAMENTE  PROMOZIONALI  DEL  BEACH SOCCER. TUTTE  LE GARE SARANNO ARBITRATE DA ARBITRI REGOLARMENTE  DESIGNATI  DALLA UISP CALCIO DI LATINA.

 

                                                                              Articolo 2 – Partecipazione  dei Calciatori  al Torneo

POSSONO PARTECIPARE AL TORNEO TUTTI  I CALCIATORI  NON TESSERATI E TESSERATI, CON SOCIETA' AFFILIATE ALLA FIGC – LEGA NAZIONALE DILETTANTI NATI NEL 1994, 1995, 1996, 1997, 1998 E MAX DUE FUORIQUOTA NATI NEL 1993.

NON E' AMMESSA LA PARTECIPAZIONE AL TORNEO DI TUTTI QUEI CALCIATORI CHE SONO DESTINATARI DI PROVVEDIEMNTI DI SQAULIFICA, IN CORSO PER L'INTERA DURATA DEL TORNEO, EMANATI DA F.IG.C. - LEGA NAZIONALE DILETTANTI PER IL TRAMITE DEI SUOI COMITATI E DIVISIONI, E DA ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA.

 

                                                                              Articolo 3 – Limiti  di  partecipazione  dei Calciatori  alle  Gare

SI GIOCA 4 + 1 E MASSIMO 5 CAMBI IN PANCHINA. IL NUMERO MINIMO PER INIZIARE LA GARA E‘ DI 3 + 1 GIOCATORI, SE A CAUSA DI SQUALIFICHE O INFORTUNI, UNA SQUADRA RIMANE AL  DI SOTTO DI QUESTO  NUMERO MINIMO DI GIOCATORI O PRIMA DI INIZIARE UNA GARA, LA PARTITA VERRA’ DATA VINTA A TAVOLINO 4 a 0 AGLI AVVERSARI E VERRANNO  APPLICATI  1  PUNTO DI PENALIZZAZIONE.

AD OGNI PARTITA SCENDERANNO IN CAMPO 10 GIOCATORI, 4+1 IN CAMPO E 5 IN PANCHINA. SI POTRA’ PORTARE FINO A UN MASSIMO DI 10 GIOCATORI A COMPLETAMENTO DELLA ROSA E LA ROSA NON SI POTRA’ COMPLETARE DURANTE LE FASI FINALI. TUTTI I GIOCATORI, DEBBONO AVERE ALMENO 1 PRESENZA NEL GIRONE PER POTER DISPUTARE LE FASI FINALI.

SOLAMENTE IL PORTIERE, ANCHE DURANTE LE FASI FINALI, POTRA’ ESSERE SOSTITUITO A ROSA GIA’ COMPLETA, OPPURE SENZA LA PRESENZA AL GIRONE, MA SOLO DA UN PORTIERE CHE NON RISULTI ESSERE TESSERATO CON SOCIETA' AFFILIATE ALLA FIGC – LEGA NAZIONALE DILETTANTI  E CON SOCIETA' PARTECIPANTI  AL CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A BEACH SOCCER, MA SOLO IN CASO DI GRAVE MOTIVO (INCIDENTE-INFORTUNIO-MALATTIA), TESTIMONIATO DA CERTIFICATO MEDICO DA CONSEGNARE ALL’ORGANIZZAZIONE CHE A SUA VOLTA SI RISERVA LA VALUTAZIONE DELLO STESSO. L’AGGIUNTA DI QUESTO ELEMENTO, SOLO IN QUESTO CASO, VERRA’ CONTEGGIATA COME 11° GIOCATORE

 

Articolo  4 – Mancata partecipazione  delle Squadre alle  gare

LE SQUADRE CHE NON SI PRESENTERANNO IN CAMPO ALL'ORARIO STABILITO, E TRASCORSO IL TEMPO DI ATTESA (IL TEMPO DI ATTESA VERRA’ CONCESSO SOLO PER RAGGIUNGERE IL NUMERO MINIMO DI GIOCATORI 3+1) , DETERMINATO NELL'EQUIVALENTE DI (10 MINUTI)  VERRANNO SANZIONATE CON LA SCONFITTA A TAVOLINO, ANCHE SENZA IL RICORSO DELLA SQUADRA AVVERSARIA, CON IL PUNTEGGIO DI 0 – 4. L’ORGANIZZAZIONE GARANTIRA’ IN COLLABORAZIONE CON GLI ARBITRI UISP,  IL TOTALE RISPETTO DI TUTTE LE REGOLE. DI GIUOCO. TUTTI  I CALCIATORI POSSONO PER QUALSIASI MOTIVO, CONSULTARE IL REGOLAMENTO APPOSTO IN BACHECA E SUL SITO INTERNET WWW.ASDAMICIDELLOSPORT.IT.

LA DURATA DELLA GARA E’ STABILITA IN TRE TEMPI  DA 10 MINUTI CADAUNO. SARANNO ATTRIBUITI TRE PUNTI PER LA VITTORIA  E 0 PER LA SCONFITTA. IN CASO DI PARITA', AL TERMINE DEI TRE TEMPI REGOLAMENTARI, SI PROCEDERA' DIRETTAMENTE CON L'ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, TRE PER SQUADRA,  CHE DEVONO ESSERE ESEGUITI DA CALCIATORI CHE ERANO IN CAMPO ALLA FINE DEI TEMPI REGOLAMENTARI. IN CASO DI PARITA' SI PROCEDERA' AD OLTRANZA, SOLO IN QUESTO CASO E'AMMESSA L'ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE DA PARTE DI CALCIATORI CHE SI TROVANO IN PANCHINA. .NELLE FASI FINALI A ELIMINAZIONE DIRETTA,  IN CASO DI PARITA’ AI TEMPI  REGOLAMENTARI, VERRA' DISPUTATO  UN TEMPO SUPPLEMENTARE DI 5 MINUTI. IN CASO DI ULTERIORE PARITA' VERRANNO ESEGUITI I   CALCI DI RIGORE ,TRE PER SQUADRA, IN CASO DI PARITA' SI PROCEDERA' AD OLTRANZA.

 

 

 

 

Articolo 5 – Svolgimento del Torneo

 IL TORNEO E’ SUDDIVISO IN DUE  GIRONI A, B, CIASCUNO FORMATO DA 4 SQUADRE CADAUNO. L’ORGANIZZAZIONE, SCEGLIERA’ 4 FASCIE DIVERSE DI TESTE DI SERIE PER OGNI GIRONE, TENENDO CONTO DEI PIAZZAMENTI  DEI PRECEDENTI TORNEI. SI QUALIFICANO AI QUARTI DI FINALE, LE PRIME QUATTRO SQUADRE CLASSIFICATE DI OGNI GIRONE CHE SI INCONTRERANNO COME SEGUE:

                  QUARTI DI FINALE

1° Classificata Girone A – 4° Classificata Girone B (Gara 1)

2° Classificata Girone  B– 3° Classificata Girone A (Gara 2)

1° Classificata Girone B – 4° Classificata Girone A (Gara 3)

2° Classificata Girone A – 3° Classificata Girone B (Gara 4)

In caso di parità di punteggio tra due o più squadre  dello stesso girone, per determinare la prima e la seconda classificata si procederà con l'applicazione dei seguenti criteri:

a) esito degli scontri diretti tra le squadre interessate;

b) migliore differenza reti tra le squadre interessate;

c)       maggior numero di reti segnate tra le squadre interessate;

d) sorteggio

SEMIFINALI

Vincente Gara 1 – Vincente Gara 2 (Gara 5)

Vincente Gara 3 – Vincente Gara 4 (Gara 6)

 

FINALI

Finale 1° e 2° Posto – Vincente Gara 5 – Vincente Gara 6

 

 

 

 

 

 

REGOLAMENTO DI GIOCO

 

NELLA DISTINTA DI GARA DOVRA' ESSERE INDICATO OLTRE I CALCIATORI E L'ALLENATORE, UN ALTRA PERSONA CON MANSIONI DI DIRIGENTE  ACCOMPAGNATORE .

 

I GIOCATORI NON INSERITI NELLA LISTA DELLA PARTITA, NON POTRANNO PRENDERE PARTE ALLA GARA.

 

 

LA SOMMA DI 2 AMMONIZIONI ACCUMULATE NELLA STESSA GARA COMPORTA L'ESPULSIONE DAL CAMPO. LA SOMMA DI 2 AMMONIZIONI ACCUMULATE IN 2 GARE DIVERSE COMPORTA LA SQUALIFICA AUTOMATICA DI UNA GARA DA SCONTARSI NELLA GARA IMMEDIATAMENTE SUCCESSIVA. ALLA FINE DELLA FASE ELIMINATORIA LE AMMONIZIONI RESIDUE VERRANNO AZZERATE, FATTA ECCEZZIONE PER QUEI CALCIATORI CHE ALLA FINE DELL'ULTIMA GARA ELIMINATORIA AVRANNO ACCUMULATO 2 AMMONIZIONI, IN 2 GARE DIVERSE, CHE SARANNO AUTOMATICAMENTE SQUALIFICATI PER LA  GARA SUCCESSIVA.

 

 

 

 

UNA RETE RISULTA SEGNATA QUANDO IL PALLONE HA INTERAMENTE OLTREPASSATO LA LINEA IMMAGINARIA DEI PALI PARALLELA ALLA LINEA TRASVERSALE DELLA TRAVERSA, SEMPRE CHE NON SIA STATO LANCIATO, PORTATO O COLPITO IRREGOLARMENTE DA UN AVVERSARIO E SENZA AVER INFRANTO LE REGOLE DI GIOCO E COMUNQUE DEVE SEMPRE ESSERE OMOLOGATA DALL’ARBITRO.

 

 

 

L’AREA DI RIGORE E’ COMPRESA TRA LE DUE BANDIERINE DEL CALCIO D’ANGOLO DI UNA STESSA PORTA, FINO A 9 METRI DELLE LINEE DEL FALLO LATERALE, TAGLIANDO IL CAMPO TRASVERSAMENTE FINO A TIRARE UNA LINEA IMMAGINARIA.

 

IL PALLONE NON E’ IN GIOCO QUANDO OLTREPASSA INTERAMENTE UNA LINEA DI GIOCO LATERALE O DI FONDO.

 

IL CALCIO DI RIGORE SI TIRA DAL DISCHETTO AD UNA DISTANZA DI 9 METRI DALLA PARTE CENTRALE DELLA LINEA DELLA PORTA IN QUESTIONE

IL FUORIGIOCO NON ESISTE - NON CI SONO FALLI CUMULATIVI - IL VANTAGGIO SI CONCEDE A DISCREZIONE DELL’ARBITRO.

 

E’ POSSIBILE CREARE GOBBE PER CALCIARE IL PALLONE SU TIRI LIBERI, RIGORI, CALCIO D’ANGOLO E FALLO LATERALE.

 

 

5 SECONDI

1.        IL PORTIERE HA 5 SECONDI PER TENERE LA PALLA IN AREA, SIA CON LE MANI CHE CON I PIEDI, NON E’ POSSIBILE RIMETTERE DAL FONDO CON I PIEDI.

2.        5 SONO I SECONDI DI TEMPO PER BATTERE UN FALLO LATERALE, UN CALCIO D’ANGOLO. ALTRIMENTI VERRA’ IVERTITO.

3.        5 SONO I SECONDI SU UN TIRO LIBERO A PARTIRE DAL FISCHIO DELL’ARBITRO. ALTRIMENTI VERRA’ INVERTITO.

4.        TUTTI I GIOCATORI, NELLA PROPRIA  AREA DI RIGORE, HANNO 5 SECONDI DI TEMPO PER LIBERARSI DELLA PALLA, ALTRIMENTI VERRA’ DATO TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO.

SOLO SE LO SI STA DIFENDENDO DA UN AVVERSARIO, ALLORA LO SI PUO’ TENERE OLTRE.

 

AMMONIZIONI

UN CALCIATORE INCORRE NEL PROVVEDIMENTO DI  AMMONIZIONE  NEI SEGUENTI CASI:

1)TRASGREDISCE RIPETUTAMENTE LE REGOLE DEL GIOCO, 2) PROTESTA CON PAROLE O GESTI, LE DECISIONI ARBITRALI 3) SI RENDE COLPEVOLE DI COMPORTAMENTO ANTI SPORTIVO 4) COMMETTE UN’INFRAZIONE DURANTE UN TIRO LIBERO O SU CALCIO DI INIZIO 5) ENTRA IN CAMPO PRIMA CHE IL GIOCATORE DA SOSTITUIRE SIA USCITO 6) COLPISCE INTENZIONALMENTE IL PALLONE CON LE MANI  SENZA NEGARE ALL’AVVERSARIO UNA CHIARA OCCASIONE DA RETE

7)       IN TUTTI QUEI CASI CHE IL/I DIRETTORI DI GARA LO RITERRANNO OPPORTUNO

 

ESPULSIONI

UN CALCIATORE INCORRE NELPROVVEDIMENTO DI ESPULSIONE  NEI SEGUENTI CASI: 1)RICEVE UN SECONDO CARTELLINO GIALLO 2) PRONUNCIA FRASI INGIUROSE NEI CONFRONTI DELL’ARBITRO, DI UN AVVERSARIO O DELL’ORGANIZZAZIONE 3)NEGA INTENZIONALMENTE AD UN AVVERSARIO, UNA CHIARA OCCASIONE DA RETE

4) SI RENDE PROTAGONISTA DI UNA CONDOTTA DI GARA VIOLENTA

5) IN TUTTI QUEI CASI CHE IL/I DIRETTORI DI GARA LO RITERRANNO OPPORTUNO.

 LA SUA SQUADRA POTRA’ REINTEGRARLO CON UN ALTRO DOPO DUE MINUTI DI GIOCO, O IN CASO DI GOL SUBITO.

 

 

SOSTITUZIONI

1.        SI EFFETTUANO A CENTROCAMPO E SONO CONSENTITE IN MODO ILLIMITATO E SENZA FERMARE IL GIOCO.

2.        IL GIOCATORE CHE DEVE ENTRARE, PUO’ ENTRARE SOLO DOPO CHE IL SUO COMPAGNO E’ USCITO DAL CAMPO, ALTRIMENTI VERRA’ AMMONITO IL GIOCATORE CHE ENTRA E VERRA’ DATO TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO AGLI AVVERSARI (SE IL GIOCO NON ERA FERMO), CHE POTRA’ ESSERE BATTUTO DA CHIUNQUE, ALTRIMENTI SI RIPRENDERA’ DA DOVE ERA STATO INTERROTTO IL GIOCO.

 

CALCIO D’INIZIO

1.        I GIOCATORI CHE NON BATTONO IL CALCIO DI INIZIO DEBBONO STARE AD UNA DISTANZA DI 5 METRI DAL PALLONE ALTRIMENTI SI RIPETE IL TIRO.

2.        IL PALLONE E’ CONSIDERATO IN GIOCO DOPO CHE E’ STATO TOCCATO ALMENO UNA VOLTA, DOPODICHE QUALSIASI ALTRO GIOCATORE PUO’ CALCIARE IN PORTA.

3.        SE SU CALCIO DI INIZIO IL GIOCATORE CHE BATTE TOCCA DUE VOLTE LA PALLA, SI DA UN TIRO LIBERO AGLI AVVERSARI DAL PUNTO DOVE VIENE COMMESSA L’INFRAZIONE, CHE PUO’ ESSERE BATTUTO DA CHIUNQUE.

4.         IN TUTTE LE ALTRE INFRAZIONI SU CALCIO DI INIZIO, SI RIPETE IL TIRO.

5.        NON SI PUO’ SEGNARE DIRETTAMENTE DA CALCIO D’INIZIO, SE PRIMA NON C’E’ STATO IL TOCCO DI UN COMPAGNO DI SQUADRA.

 

 

IL PORTIERE

1.        PUO’ ESSERE SOSTITUITO IN QUALSIASI MOMENTO DA UN ALTRO PORTIERE, O DA UN GIOCATORE.

2.        NON PUO’ CALCIARE LA PALLA PRIMA CHE TOCCHI A TERRA, DOPO CHE SE NE LIBERA CON LE MANI. SOLO SE LA PALLA TOCCA A TERRA ALLORA PUO’ ACNHE SEGNARE, MA IN AREA DEVE COMUNQUE RISPETTARE I 5 SECONDI.  SE ESCE FUORI DALL’AREA E POI  RIENTRA I SECONDI SI AZERANO, MA A QUESTO PUNTO DEVE POI PER FORZA PASSARE LA PALLA.

3.        SE SOSTITUITO DA UN GIOCATORE,  DOVRA’ INDOSSARE UNA CASACCA SOPRA LA PROPRIA MAGLIA DA GIOCO. IN QUESTO CASO DOVRA’ ESSERE AVVISATO L’ARBITRO.

4.        IL PORTIERE HA 5 SECONDI PER RIMETTERE IL PALLONE CON LE MANI DAL FONDO, ALTRIMENTI VIENE ASSEGNATO AGLI AVVERSARI, UN TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO.

5.        IL PORTIERE NON PUO’ RIMETTERE CON I PIEDI, SE RIMETTE DAL FONDO CON I PIEDI VERRA’ ASSEGNATO UN TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO AGLI AVVERSARI.

6.        SU RETROPASSAGGIO, PUO’ PRENDERE LA PALLA CON LE MANI UNA SOLA VOLTA. PER IL SECONDO RETROPASSAGGIO CONSECUTIVO, C’E’ BISOGNO CHE CI SIA STATO IL TOCCO DELLA PALLA DI UN AVVERSARIO, ALTRIMENTI VERRA’ ASSEGNATO UN TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO AGLI  AVVERSARI.

7.        NON PUO’ SEGNARE UNA RETE SU RIMESSA DAL FONDO, NEMMENO UNA AUTORETE. VERRA’ DATA RIMESSA DAL FONDO AGLI AVVERSARI.

8.        SUI TIRI LIBERI, NON PUO’ STARE A MENO DI 5 METRI DALLA PALLA.

SUI RIGORI IL PORTIERE DEVE RESTARE SULLA PROPRIA LINEA DI PORTA FACENDO FRONTE A CHI BATTE, FRA I PALI DI PORTA E UN METRO IN AVANTI, FINO A QUANDO IL PALLONE E’ STATO CALCIATO.

9.        IL PORTIERE NON PUO’ RIPRENDERE IL PALLONE CON LE MANI, DOPO AVER PRESO POSSESSO DEL PALLONE CON LE MANI DENTRO LA SUA AREA, GIOCA IL PALLONE CON I PIEDI FUORI DALL’AREA E POI RIENTRA IN AREA E LA RIPRENDE CON LE MANI. VERRA’ ASSEGNATO U TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO CHE PUO’ BATTERE CHIUNQUE.

 

 

 

TIRI LIBERI

1.        OGNI FALLO SCATURISCE UN TIRO LIBERO CHE DEVE ESSERE BATTUTO SOLO DA CHI SUBISCE IL FALLO, SOLO IN CASO DI INFORTUNIO GRAVE, E SU DECISIONE DELL’ARBITRO, PUO’ TIRARE IL SOSTITUTO CE ENTRA IN CAMPO.

2.        IL PORTIERE AVVERSARIO NON PUO’ STARE  A MENO DI 5 METRI DALLA PALLA.

3.        IL TIRO LIBERO  SI EFFETTUA SOLO DOPO IL FISCHIO DELL’ARBITRO.

4.        PUO’ ESSERE BATTUTO ANCHE ALL’INDIETRO, E ALL’INDIETRO NON C’E’ BISOGNO CHE TOCCHI PRIMA A TERRA.

5.        I TIRI LIBERI SI DIVIDONO IN:

 

TIRO LIBERO DIRETTO: 

QUANDO IL FALLO E’ COMMESSO OLTRE LA META’ DEL CAMPO DELLA SQUADRA CHE SUBISCE IL FALLO.

 I GIOCATORI SI DISPONGONO DIETRO LA PALLA, LASCIANDO LIBERA LA VISUALE DI ATTACCO, AD UNA DISTANZA MINIMA DAL PALLONE DI 5 METRI PER PERMETTERE IL REGOLARE SVOLGIMENTO DEL TIRO LIBERO.  LA PALLA PUO’ ESSERE INTERCETTATA SOLAMENTE SE TOCCA PRIMA  A TERRA. 

 

6.        TIRO LIBERO CON CONO:

QUANDO IL FALLO E’ COMMESSO PRIMA DELLA META’ CAMPO DELLA SQUADRA CHE HA SUBITO IL FALLO.

 I GIOCATORI SI DISPONGONO  A CONO, A PARTIRE DA 5 METRI DALLA PALLA, FINO AI PALI DELLA PORTA DA CENTRARE, FORMANDO UN CONO IMMAGINARIO, SENZA POSIZIONARSI ALL’INTERNO DEL CONO IMMAGINARIO CHE SI CREA TRA IL PALLONE E I PALI DELLA PORTA VERSO LA QUALE SI CALCIA IL TIRO LIBERO.

LA PALLA PUO’ ESSERE INTERCETTATA NEL CONO, SOLAMENTE SE TOCCA PRIMA A TERRA.

 NEL CASO IN CUI VENGA INTERCETTATA DA UN COMPAGNO, SENZA CHE ABBIA TOCCATO A TERRA O SENZA CHE TOCCHI I PALI/TRAVERSE O IL PORTIERE, IL TIRO LIBERO NON VERRA’ FATTO RIPETERE, MA VERRA’ INVERTITO.

SE INVECE, FOSSE UN AVVERSARIO A COMMETTERE UNA IRREGOLARITA’ PRIMA CHE LA PALLA TOCCHI A TERRA O SENZA CHE TOCCHI I PALI/TRAVERSE O IL PORTIERE, VERRA’ FISCHIATO UN NUOVO TIRO LIBERO DAL PUNTO DOVE E’ STATA COMMESSA L’IRREGOLARITA’, E SE L’IRREGOLARITA’ VERRA’ COMMESSA IN ARIA DI RIGORE, VERRA’ FISCHIATO UN CALCIO DI RIGORE.

                                        PUO’ ESSERE INTERCETTATA, FUORI DAL CONO. SOLO SE FUORI LA TRAIETTORIA DEL CONO ALLORA                                                      IL PALLONE PUO’ ESSERE INTERCETTATO ANCHE SE NON TOCCA A TERRA.

 

 

 

FALLO LATERALE

IL FALLO LATERALE DEVE ESSERE EFFETTUATO QUANDO LA PALLA OLTREPASSA TUTTA LA LINEA LATERALE.

SI EFFETTUA CON I PIEDI O CON LE MANI DAL PUNTO IN CUI E’ USCITO IL PALLONE. VA DATA UNA DISTANZA MINIMA DI 1 METRO SE SI BATTE CON LE MANI, MINIMA DI 5 METRI SE SI BATTE CON I PIEDI. IL GIOCATORE HA 5 SECONDI DI TEMPO PER BATTERE.

SE BATTE OLTRE I 5 SECONDI, OPPURE E’ STATA COMMESSA UNA IRREGOLARITA’ DA PARTE DI CHI BATTE, IL FALLO LATERALE VERR’A INVERTITO.

UNA RETE PUO’ ESSERE SEGNATA DIRETTAMENTE SU RIMESSA LATERALE, SOLO SU TOCCO DI UN COMPAGNO O DI UN AVVERSARIO, ALTRIMENTI VERRA’ DATA ALL’AVVERSARIO UNA RIMESSA DAL FONDO.

IL GIOCATORE CHE BATTE IL FALLO LATERALE, NON PUO’ TOCCARE DUE VOLTE IL PALLONE, ALTRIMENTI VERRA’ DATO UN TIRO LIBERO DA DOVE E’ COMMESSA L’INFRAZIONE, E SE COMMESSA IN AREA DI RIGORE, VERRA’ DATO UN CALCIO DI RIGORE, CHE POTRA’ ESSERE BATTUTO DA CHIUNQUE.

 

CALCIO D’ANGOLO

                                           SI BATTE IN UN PUNTO QUALSIASI NELL’AREA CHE SI FORMA TRACCIANDO UNA LINEA CON RAGGIO DI 1 METRO PARTENDO DALLA BANDIERINA DEL CALCIO D'ANGOLO

7.        IL CALCIO D’ANGOLO SI EFFETTUA CON I PIEDI.

8.        E’ POSSIBILE SEGNARE DIRETTAMENTE DA CALCIO D’ANGOLO ANCHE SENZA IL TOCCO DI NESSUNO, MA NON E’ POSSIBILE EFFETTUARE UN AUTORETE.

9.        VA DATA UNA DISTANZA DI 5 METRI, ALTRIMENTI IL CALCIO D’ANGOLO SI RIPETE.

10.     IL GIOCATORE CHE BATTE L’ANGOLO NON PUO’ TOCCARE DUE VOLTE LA PALLA, ALTRIMENTI VERRA’ ASSEGNATO UN TIRO LIBERO DAL PUNTO DEL CENTROCAMPO, CHE POTRA’ ESSERE BATTUTO DA CHUNQUE.

11.     BISOGNA BATTERE ENTRO 5 SECONDI, ALTRIMENTI VERRA’ DATA RIMESSA DAL FONDO.

 

CALCIO DI RIGORE

1.        TUTTI I CALCIATORI DEBBONO STARE A 5 METRI DIETRO  DAL PUNTO DI BATTUTA, SENZA INVADERE L’AREA DI RIGORE.

2.        IL RIGORE E’ BATTUTO DA CHI SUBISCE IL FALLO, SOLO SU INFORTUNIO GRAVE, E SU DECISIONE DELL’ARBITRO, SARA’ IL SUO SOSTITUTO CHE ENTRA AD INCARICARSI DELLA BATTUTA.

3.        COLUI CHE BATTE IL CALCIO DI RIGORE DEVE CALCIARE SOLAMENTE IN AVANTI.

4.        IL PORTIERE DEVE RESTARE SULLA PROPRIA LINEA DI PORTA FACENDO FRONTE A CHI BATTE, FRA I PALI DI PORTA E PER UN METRO IN AVANTI, FINO A QUANDO IL PALLONE E’ STATO CALCIATO.

5.        SE UN COMPAGNO O UN AVVERSARIO DEL PORTIERE COMMETTE UN INFRAZIONE, IL RIGORE SARA’ RIPETUTO.

6.        POSSONO TIRARE I PRIMI TRE CALCI DI RIGORE, SOLAMENTE I GIOCATORI IN CAMPO AL TERMINE DELLA GARA. PER I SUCCESSIVI ANCHE I GIOCATORI IN PANCHINA.

 

 

 

 

 

TIRI LIBERI DA CENTROCAMPO CHE POSSONO ESSERE TIRATI DA CHIUNQUE

 

VERRA’ FISCHIATO UN TIRO LIBERO DA CENTROCAMPO CHE POTRA’ ESSERE EFFETTUATO DA UN QUALSIASI GIOCATORE FACENTE PARTE DELLA GARA IN OCCASIONE:

 

1.        SU  UN SECONDO RETROPASSAGGIO AL PORTIERE SENZA IL TOCCO DI UN AVVERSARIO.

2.        IRREGOLARITA’ SU SOSTITUZIONE SE IL GIOCO NON ERA FERMO.

3.        PALLA TENUTA NELLA PROPRIA  AREA PER PIU’ DI 5 SECONDI DAL PORTIERE O DA UN GIOCATORE.

4.        QUANDO UN GIOCATORE CHE BATTE L’ANGOLO TOCCA DUE VOLTE CONSECUTIVE  LA PALLA.

 

5.        SE IL PORTIERE DOPO AVER PRESO POSSESSO DEL PALLONE CON LE MANI DENTRO LA SUA AREA, GIOCA IL PALLONE CON I PIEDI FUORI DALL’AEREA E POI RIENTRA IN AREA E LA RIPRENDE CON LE MANI.

 

6.        SE VIENE FISCHIATO UN FALLO PER SIMULAZIONE

 

7.        SE IL PORTIERE SI LIBERA  DEL PALLONE CON LE MANI, TRANNE CHE DA RIMESSA DAL FONDO, E COMUNQUE NEI CASI A LUI CONSENTITI  E LO COLPISCE PRIMA CHE TOCCHI A TERRA.

 

 

 

 

TIRI LIBERI, CHE, DA POSIZIONE IN CUI AVVIENE L’INFRAZIONE, CHE POSSONO ESSERE TIRATI DA CHIUNQUE

 

1.        SU IRREGOLARITA’ DI CALCIO D’ANGOLO

2.        SU IRREGOLARITA’ DI FALLO LATERALE

3.        SU UN FALLO DI MANO

4.        QUANDO IL GIOCATORE CHE BATTE IL TIRO LIBERO, TOCCA DUE VOLTE CONSECUTIVE LA PALLA

5.        QUANDO SU CALCIO DI INIZIO, IL CALCIATORE CHE BATTE, TOCCA DUE VOLTE CONSECUTIVE IL PALLONE.

6.        QUANDO LA SQUADRA CHE BATTE IL TIRO LIBERO COMMETTE UNA INFRAZIONE, VIENE DATO DAL PUNTO IN CUI E’ COMMESSA L’INFRAZIONE, UN TIRO LIBERO.

7.        QUANDO LA SQUADRA CHE HA COMMESSO  IL FALLO, COMMETTE UN INFRAZIONE, VIENE DATO UN TIRO LIBERO DAL PUNTO IN CUI E’ AVVENUTA L’INFRAZIONE, E PUO’ ESSERE BATTUTO DA CHIUNQUE.

 

                                                                              Articolo  6 – Disciplina  della Giustizia Sportiva

 

LA DISCIPLINA DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO DEL COMITATO  (DELLA UISP LATINA)

 

Articolo 7 - Premi

 

PALLONE D'ORO (MIGLIOR GIOCATORE) TROFEO.

SCARPA D‘ORO (CAPOCANNONIERE)

TROFEO MIGLIOR PORTIERE  TROFEO.

MIGLIOR GIOVANE  TROFEO.

1° CLASSIFICATA COPPA + BUONO VALORE 300

2° CLASSIFICATA   COPPA + BUONO VALORE

3° CLASSIFICATA COPPA.

COPPA DISCIPLINA

GIOCATORE FAIR PLAY

MIGLIOR ALLENATORE (TROFEO)

 

 

 

 

 

 

 

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA "AMICI DELLO SPORT"

C.F. E P. IVA: 02491350597

 

POWERED BY FRANCESCO CASCARINI